ITASorrizontalestihl-logo

 

prezzieabbonamenti.png
Val di Fassa - cortina 4-0
Venerdì 23 Gennaio 2015 00:47
(Da hockeyghiaccio.net) - Seconda partita consecutiva del Fassa in casa che, all’inizio della terza parte delle seconda fase, sfida il Cortina. La formazione trentina cerca la conferma del quinto posto nel Playoff Round mentre gli ospiti, dopo la vittoria in rimonta contro il Gherdeina, devono trovare punti importanti per confermarsi in seconda posizione, sempre per quel che riguarda il Playoff Round. Il Fassa deve rinunciare a Ryhanen, per una giornata di squalifica, all’infortunato Gilmozzi, ma ritrova Casagranda, Bjork e Testori. Il Cortina recupera il capitano Giorgio De Bettin, assente per un risentimento muscolare dal 26 dicembre, e schiera in porta Marcello Valle Da Rin. Fuori per turnover Borelli. Assenti ancora Baldo, Moser, Adami, Tilaro e Bravin. 
 
S’inizia sui binari dell’equilibrio allo Scola ma con il passare dei minuti sembra il Cortina ad avere le maggiori chance di portarsi in vantaggio. Il rientrante De Bettin saggia i riflessi di Tillanen che risponde presente. La formazione ampezzana, però, non riesce ad avere ragione della difesa avversaria anche se nelle ultime battute di tempo si assistono ad attacchi in serie. Nella seconda frazione la gara è più spezzettata per le prime penalità dell’incontro ma nessuna delle due squadre se ne avvantaggia. L’equilibrio della serata è spezzata dalla rete di Mattia Bernard che, a 22 secondi dalla fine del tempo centrale, finalizza un bel passaggio di Tony Vidgren. Nella ripresa partenza bruciante dei ladini che giocano con grande intensità ed intorno al 45’, in soli 25’’, allungano sul 3-0 con le reti in serie di Mattia Bernard e Michele Marchetti. Un Fassa d’orgoglio che poi si difende con ardore sulle superiorità avversarie che non cambiano il risultato. Da segnalare anche 2’ +10’ per Thomas Dantone.  Quando il Fassa usufruisce del primo powerplay del terzo tempo non sbaglia e realizza il poker con Martin Castlunger. Un Fassa che festeggia anche il primo shutout stagionale del finlandese Tillanen e che consolida il quinto posto del Playoff Round  avvicinandosi all’Egna. Il Cortina scala in terza posizione superato dall’Appiano vittorioso proprio contro l’Egna. 
SHC Fassa - Hafro Sg Cortina 4-0 (0-0/1-0/3-0)
Marcatori: 39:39 (1-0) M.Bernard (T.Vidgren/M.Valeruz); 44:44 (2-0) M.Bernard (E.Chelodi/M.Marchetti); 45:09 (3-0) M.Marchetti (P.Bjork/M.Bernard); 58:29 (4-0) M.Castlunger (P.Bjork/C.Lorenzi) in sup.num.; 
 
Nuova responsabile marketing e comunicazione
Mercoledì 21 Gennaio 2015 12:40

alt

Diamo il benvenuto alla nuova responsabile marketing e comunicazioni della Sportiva Hockey Club Fassa Elena Di Cesare. Elena con entusiasmo ha accettato di mettere a disposizione la sua esperienza per aiutarci a raggiungere nuovi e sempre più ambiziosi obiettivi sportivi.

Ben venuta nella Famiglia del Fassa

 
Val di Fassa - Ritten Sport 2-5
Sabato 17 Gennaio 2015 23:55

Per la 33esima giornata, ultima degli scontri incrociati tra squadre del master e del playoff round, il Val di Fassa ospita sotto i lamellari dello Scola il Renon campione d'Italia. Per i padroni di casa out Filip Bjork, mentre negli ospiti che schierano il ritornato Rampazzo viene preferito Fink a Weinhandl come starting goalie.

Parte subito forte il Fassa, con Ryhanen e Castlunger che dalla distanza impegnano Fink, mentre sull'altro fronte il primo attacco pericoloso è sulla stecca dell'ex Simon Kostner sul quale Tillanen risponde presente. Il Renon si fa ancora avanti con Tudin dalla breve distanza che non coglie però il bottino grosso. Bottino colto invece dai ladini al 7.25: ospiti in pressione, Chelodi riesce a lanciare Marchetti in contropiede che brucia tutti e insacca la rete del vantaggio fassano. La risposta degli ospiti non si fa attendere con l'altro ex, Luca Felicetti, e con Borgatello poi, ma Tillanen non si scompone. Il pari è nell'aria e arriva poco dopo con un contropiede sul quale Ansoldi non sbaglia. Bastano però solo pochi secondi a Vidgren per trovare un missile terra aria che fredda Fink sotto la traversa per il nuovo vantaggio ladino. Sul finale ancora pericoli dalle parti di Fink, con Da Tos che dalla breve distanza colpisce una clamorosa traversa.

Nel secondo periodo, che inizia immediatamente con un'inferiorità numerica per i padroni di casa l'inerzia del match passa tutta dalla parte degli ospiti che si rendono pericolosi con Ambrosi e Alber. In una nuova inferiorità il Fassa va vicino alla marcatura con Castlunger lanciato in contropiede da Vidgren, ma viene atterrato dal portiere prima di concludere a rete. Sul 4 contro 4 che ne consegue, il Renon giunge al pareggio con Scelfo, dimenticato dalla difesa di casa. La terna arbitrale fischia penalità a raffica, e il gioco perde la sua gradevolezza. Il Fassa esce indenne da 1.25 di doppia inferiorità numerica, con il doppio tiro di Johansson che prima si stampa all'incrocio dei pali, poi colpisce il montante alla sinistra di Tillanen. Nuova superiorità ospite e nuova occasione in contropiede per Da Tos, ipnotizzato da Fink, e sul ribaltamento di fronte il Renon trova la rete dell'ex Felicetti che porta gli ospiti in vantaggio. Sul finale occasione in doppia superiorità numerica di 1'41" a favore dei ladini che però non sfruttano. Da segnalare i 10" di penalità per cattiva condotta al top scorer Ryhanen.

Nel terzo periodo i ladini provano sin da subito a spingere per recuperare lo svantaggio, e Chelodi prova a superare Fink dalla media distanza, ma sul ribaltamento di fronte ci pensa Johansson a siglare il 4-2 e mette una seria ipoteca sul match. In superiorità numerica il Fassa prova ancora a spingersi avanti, sopratutto con il duo Marchetti-Chelodi, ma Fink si dimostra insuperabile come la difesa ospite. Tornati in 5 contro 5 il Renon torna a spingere e la rete è cosa fatta ancora con Johansson, che questa volta si dimostra altruista e offre l'assist per Julian Kostner che insacca a porta sguarnita. La rete del 5-2 di fatto congela il match, i padroni di casa sono sfiniti e gli ospiti controllano bene il match senza offendere e i minuti scorrono veloci. L'unica occasione degna di nota è un grande recupero di Marzolini su Tudin che in tuffo impedisce all'oriundo di arrotondare il risultato, che rimane invariato sino alla sirena finale.

Fassa che gioca un grande primo periodo tenendo testa ad una squadra di grande caratura, che nel lungo periodo riesce a fare sua la partita. La truppa di Kostner deve tenere però tutto il buono visto sul ghiaccio sopratutto nel primo periodo, fatto di grande intensità e grande cuore, dimostrando che se la squadra è motivata può giocare alla pari con ogni avversario. Dal prossimo incontro, in programma giovedì 22 contro il Cortina ancora tra le mura amiche dello Scola, si tornerà ad affrontare le squadre del playoff round, e sarà fondamentale in primis assicurarsi la qualificazione matematica ai pre-playoff, e poi racimolare più punti possibili negli scontri diretti per scalare la classifica.

Val di Fassa - Ritten Sport 2-5 (2-1, 0-2, 0-2)
Marcatori: 7.25 (1-0) Marchetti (Chelodi), 14.38 (1-1) Ansoldi (Felicetti), 15.10 (2-1) Vidgren (Bernard); 25.35 (2-2) Scelfo (Borgatello), 34.07 (2-3) Felicetti (PP, Tudin); 42.52 (4-2) Johansson (Ansoldi), 48.52 (5-2) J.Kostner (Johansson).

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 185

ITASverticale
 
 
 
2008 - 2013 Hockey Club Fassa sdrl - P.IVA 01402560229 - Sede legale: via Doleda 8 - Fraz. Alba - 38032 Canazei (TN) c/o Stadio del Ghiaccio
Ufficio reg imprese: TN n. 01402560229 - Iscr. REA n. 0135323 Capitala sociale € 10.400,00 stato liquidazione: NO Societá a socio unico: NO